Skip to main content



Interesting news from the #xmpp world: there is been funding to work on improving / bringing back user portability for xmpp.
#xmpp




* one tiny bit of kneadable eraser
* some pencil lead shavings (from a 2mm lead rather than a regular pencil, so that there was no wood)

kneaded together for a while, applied with a toothpick over an #SMDjumper

profit!

no more cleaning a jumper that has been written over with pencil every time I try to update the firmware on my #espruinoPico

http://www.espruino.com/Pico#advanced-reflashing

disclaimer: wash your hands after kneading the eraser and before touching sensitive electronics, as they may be more conductive than usual :D

There is also the italian version, if you like :D

The name is inspired.


New shirt!

Sewn by hand, pattern by Bernadette Banners on youtube with minor changes (all of the non-historically accurate details are mine).

Light blue (with a purple tint) shirting that I bought a few years ago, so it counts as stashbusting, right?

Worn tucked in



and loose, with a belt (I guess it can be worn without the belt, but I don't think I like that look)



It is pretty long, almost reaching to above-knee lenght.



Also, is it me, or am I accidentally ending up with a pidgeon breast look even when wearing things from a different era?
Next step, cutting the linen for a new one, and… well, that wasn't stashbusting, that went more like "went to the shop to buy linen for one shirt like this one, came back with enough for two shirts”.


Ma vogliamo parlare del fatto che il mio spacciatore di tessuti di fiducia ha la sede legale¹ in via del Sarto?

¹ (vende al mercato, la sede legale è scritta sullo scontrino e immagino sia il magazzino)



Is anybody going to do #meMadeMay here on the fediverse?

https://sozowhatdoyouknow.blogspot.com/2021/04/me-made-may-21.html

I'm not really sure about it, but then I already wear me made quite often, but I'd be glad to see some #fediSewing :)

#sewing


experiment of the day:
https://git.sr.ht/~fabrixxm/zint-vapi

Vala bindings for Zint barcode generator library , with a simple Gtk UI to generate barcodes

Sylke Vicious reshared this.

How did you know I need this! ?

My meagre attemt is here:

https://gitlab.com/sspaeth/speedticket/-/blob/master/vapi/zint.vapi
and also, can it get a Gtk.Image somehow? I was able to a) either save it to a file or retrieve an in-memory bitmap which could not be easily squeezed into a Gtk.Image.

Going to check it out.
You can load the bitmap into a Gdk.PixBuf, then you can do whatever.
https://git.sr.ht/~fabrixxm/zint-vapi/tree/master/item/test/example_3.vala

I wanted to have the bitmap field as uint8[], mostly because looks vala-y and because it's what is in Gdk.PixBuf.from_data()'s signature).
I found that it needs a length to works with Gdk.PixBuf.from_data(), so I added the get_bitmap() method to set the length.. It works but I don't know if it's the correct solution... there so much things I'm not sure about and docs are useful only up to a point...

(as a side node, the zint.h header I have on disk has a bitmap_byte_length field which would be so good to use as length value for bitmap (setting it directly in field's annotation in vapi) but looks like is not used and docs doesn't mention it.....)
YOU ARE THE HERO OF MY DAY!
Immagine/foto
Oh for Vala's sake! I spent a day on this (vala is not a language I really know) and now there are already at least two vapi files ready 😃


food

Clicca per aprire/chiudere#tiramisu della casa
@Fabio per colazione? 😂
colazione, pranzo, merenda e cena! invidiosi, eh? :-P

no, ieri dopo pranzo.. mi è rimasta la foto in giro :-)
@Fabio non sono invidioso perchè sono appena uscito da 4 giorni di zuppa inglese 😜
apperò! icomplimenti! :-D
purtroppamente è finito.


TV;DW: through the last few centuries of the history of western fashion, women's #pockets were HUGE (even during the periods when the fashionable siluette was slimmer).
no, I'm not obsessed with pocket size, why do you ask? :D
and in case you are going to download the video without accessing the description, the footnotes with references are on https://bernadettebanner.co.uk/womens-pockets


Dear fediverse: do you know of any online shop in Europe that sells food-grade paper packaging such as bread bags in quantities suitable for the needs of a household (a min quantity of 100 pieces is fine, 1000 is not, 10000 is definitely way too high)?

Excluding amazon / ebay / other big platforms.

Thanks, and boosts welcome

Gentil fediverso: qualcuno conosce dei negozi online in Europa che vendono imballaggi di carta per alimenti, tipo i sacchetti del pane, e che vendano a privati in quantità adeguate a privati (acquisto minimo 100 pezzi va bene, 1000 no, 10000 è decisamente troppo)?

Che non siano amazon / ebay / altre megapiattaforme.

Grazie, e i boost sono graditi
Metro.it probably has what you are looking for.
metro.it only sells to businesses, not individuals (it requires a partita iva)
Sorry about that... ☹️
np

(I wonder if that kind of restriction is a thing only in Italy and not elsewhere)
I know some Metro shops are opened to the public here in France, which is why I mentioned it. But, yes, most are for professionals only.
you could search on ebay for it and then look if the seller has an own website with shop, many have :)


Opencast Alpha n.51


Immagine/foto

La puntata numero 51, con una parvenza di regolarità, dedicata all'imminente release di Debian Bullseye

Scarica:Ogg/Vorbis-Mp3

I linksI link di Opencast li trovate anche sulla Linkopedia

Abbiamo registrato con Mumble, ognuno a casa propria.

Immagine/foto
https://www.gl-como.it/v2015/opencast-alpha-n-51/


time to upgrade the home server...



me, playing klondike¹ during breakfast and wishing for the next card: “a king, any kin… waitasecond! Nae king! Nae quin! Nae laird! Nae master! We willna be fooled again!”

¹ as implemented by pysolfc

David de Groot 𓆉 reshared this.

YEEEEEEEEEEEEEAH
Meet the new boss
Same as the old boss


A couple of weeks ago I baked https://www.nordickitchenstories.co.uk/2017/11/02/swedish-crispbread-knackebrod-recipe/

Today, I followed the same recipe. Except I've used 150 g buckwheat / 250 g wheat flour, wheat starter and malt instead of honey. And it's also good.

Served with white beans and parsley spread.


Installare un server minetest da usare con gli amici


Dopo mesi di lockdown in cui si sono incontrati gli amici solo tramite videoconferenza (ovviamente sul proprio server jitsi), viene voglia di interagire di più, e cosa c'è di meglio che farlo in una comoda sala da té costruita su dei pioppi, o sul fondo di una miniera scavando ferro, oro, diamanti e MESE?
Immagine/foto
MESE? sì, sto parlando del minerale originale del mondo di Minetest, un gioco libero della stessa famiglia del proprietario Minecraft, in cui si interagisce in vari modi con un mondo composto da cubi di materiale vario.

Uno dei punti di forza di minetest è la varietà di mod disponibili (e la facilità con cui se ne possono scrivere di personalizzati, usando il linguaggio lua), per cui l'esperienza di gioco può essere resa molto diversa a seconda dei gusti dei partecipanti: un server può offrire uno spazio per costruire strutture, un'altro un mondo pieno di pericoli da esplorare ed un'altro ancora può dare spazio a giocatori che vogliono combattere tra di loro o contro mostri.

In questo articolo ci concentreremo soprattutto sulla prima opzione, ma dando indicazioni su cosa modificare se si preferiscono le altre due (o varie combinazioni).

Installazione


Partiamo come al solito da un'installazione di debian su una macchina che possa essere raggiunta da internet (la solita vps, o un SBC in casa con un router opportunamente configurato); ad aprile 2021 possiamo scegliere se usare buster (l'attuale stable) più buster-backports oppure bullseye, la prossima stable di imminente rilascio.

Installiamo quindi il server minetest ed altri strumenti utili:
# apt install -t buster-backports minetest-server minetestmapper

e poi la selezione di mod che vogliamo usare, ad esempio:
# apt install -t buster-backports \
minetest-mod-basic-materials minetest-mod-craftguide \
minetest-mod-homedecor minetest-mod-unifieddyes \
minetest-mod-moreblocks minetest-mod-moreores

Quindi passiamo a configurare il nostro server modificando il file/etc/minetest/minetest.conf: di sicuro vogliamo modificare nome (server_name), descrizione (server_description) e volendo il messaggio mostrato al collegamento (motd), e possiamo scegliere se vogliamo annunciare il server sull'elenco comune dove chiunque possa giocarci (per iniziare, o comunque se si vuole giocare solo con i propri amici, conviene lasciare server_announce = false) e se impostare una password comune per poter entrare nel server (default_password).

Decidiamo poi, nello stesso file, che tipo di esperienza di gioco vogliamo avere, impostando creative_mode (true per far sì che i giocatori abbiano a disposizione tutti i materiali senza doverli andare a cercare, false per la modalità classica in cui li si deve trovare e scavare), enable_damage (utile se si vuole rendere pericolosa l'esplorazione o si vuole fare combattimento) edenable_pvp (per il combattimento tra giocatori).

Inoltre in default_privs impostiamo che privilegi devono avere di default i giocatori: il minimo consueto è interact, shout, ma in un mondo incentrato sulla costruzione più che sull'esplorazione può essere utile aggiungere anche fly, fast, home. La wiki di minetest documenta i privilegi a disposizione.

Infine, impostiamo il nome di un giocatore che avrà i privilegi di admin, nella variabile name.

A questo punto passiamo nella directory del mondo,/var/games/minetest-server/.minetest/worlds/world/ e configuriamo quali mod vogliamo abilitare in world.mt; può essere necessario fare un po' di prove, dato che le dipendenze non vengono abilitate automaticamente, ma ad esempio questa è una combinazione funzionante con i mod installati prima:
load_mod_unifieddyes = true
load_mod_moreores = true
load_mod_moreblocks = true
load_mod_plasmascreen = false
load_mod_lavalamp = false
load_mod_building_blocks = false
load_mod_homedecor_3d_extras = false
load_mod_lrfurn = false
load_mod_homedecor = true
load_mod_inbox = false
load_mod_basic_materials = true
load_mod_itemframes = false
load_mod_computer = false
load_mod_craftguide = true
load_mod_currency = true
load_mod_fake_fire = false
load_mod_homedecor_i18n = true

Infine, riavviare minetest-server per applicare le modifiche:
# service minetest-server restart

Primi passi nel mondo


A questo punto, sul proprio pc, installare il gioco minetest (in debian il pacchetto minetest e collegarsi al server usando il nome utente che si è selezionato come admin, ricordandosi di cambiare la password (con il comando /setpassword) appena entrati.

Dopo aver esplorato un po' si può scegliere un posto da cui partire con la costruzione: lo si può impostare come propria “casa” usando il comando /sethome, ma può anche valere la pena di impostarlo come punto di partenza per tutti i giocatori: premere F5 per abilitare la modalità di debug e scoprire le coordinate in cui ci si trova, quindi tornare sul server, modificare static_spawnpoint in/etc/minetest/minetest.conf e riavviare nuovamente il server.

Ulteriori comandi utili sono documentati sulla wiki di minetest.

Ulteriori migliorie


Mappa del mondo


Il comando /usr/games/minetestmapper può essere usato per generare una mappa generale di tutto quanto è mai stato esplorato; può essere una buona idea aggiungere a crontab una riga come:
05 8,16,0 * * * /usr/games/minetestmapper -i /var/games/minetest-server/.minetest/worlds/world/ -o /var/www/minetest/world_map.png --drawscale

per rigenerare la mappa ogni 8 ore, lasciandola in una directory dove può essere servita da un eventuale server web presente sulla macchina.

“backup”


Per avere una forma minimale di backup, possiamo sfruttare git: creiamo un repository nella directory del mondo:
# cd /var/games/minetest-server/.minetest/worlds/world/
# git init

e poi impostiamo a crontab un commit automatico quotidiano:
14 4 * * * cd /var/games/minetest-server/.minetest/worlds/world/ ; git add . ; git commit -m 'daily commit'

Da un altro computer facciamo poi un clone di questo repository, e mantenendo aggiornato quel clone potremo recuperare il mondo in caso di catastrofi.

Come proseguire


A questo punto si è pronti per passare la password del server ai propri amici ed iniziare a giocare, il che probabilmente vuol dire che non si avrà più tempo per ulteriori configurazioni :)

Se invece si riesce a mantenere l'autocontrollo, queste sono alcune idee di migliorie su cui si può lavorare.

Ulteriori mod


I mod disponibili per minetest-sono estremamente numerosi e vari: la maggior parte viene pubblicata sul forum di minetest, ma una buona selezione di mod scelti per la loro qualità e affidabili può essere ottenuta cercando i mod che sono stati pacchettizzati per debian con il comando:
$ apt search minetest-mod

l'elenco è troppo lungo per parlarne in questo articolo, ma una buona idea può essere quella di installarli localmente sul proprio pc, provarli su un mondo single player e installare sul server ciò che si è trovato particolarmente interessante.

In alternativa, se tra i propri amici ci sono dei giocatori di minetest, di sicuro avranno un elenco di mod che trovano interessanti da suggerire.

Più mondi sullo stesso server


Il pacchetto debian di minetest-server è predisposto per poter gestire più mondi: per farlo basta creare una nuova configurazione in/etc/minetest/<nome>.conf e far partire il server con systemctl start minetest-server@pvp.service; sarà necessario usare una porta diversa, e ulteriori dettagli si possono trovare nel file/usr/share/doc/minetest-server/README.Debian installato dal pacchetto del server.

Backend più adatti a server affollati


Il backend di default di minetest è sqlite3, che non è in grado di scalare e supportare server con molti utenti: se si pensa di averne bisogno sono disponibili ulteriori backend come redis o postgresql, la cui configurazione è spiegata sempre sulla wiki di minetest.

Ovviamente, in questo caso non sarà più possibile usare git per effettuare un backup del mondo, ma sarà necessario avere una strategia di backup più tradizionale.

Conclusione


Qui avrebbe dovuto esserci una conclusione, ma chi doveva scriverla era impegnato a giocare…
Immagine/foto
https://www.gl-como.it/v2015/minetest/


GNOME: releases 40.0
the internet:
Immagine/foto


PSA: quando bevete il caffé, coinvolgete i vostri figli piccoli con una tazzina di caffé d'orzo con la schiumetta sopra.

così, quando da grandi si troveranno a non poter bere caffé (o a doverlo ridurre drasticamente) per motivi di salute, avranno una bevanda calda di cui apprezzano il sapore perché gli ricorda l'infanzia, anziché doverlo cacciar giù con disgusto mascherandolo con latte e simili.

(grazie mamma)




So today I took my time to read SQLite docs about window functions and changed 3 queries (written copy&past-ing without really understand) which took almost 3 seconds to run, to one query which runs in 0.1 seconds.. nice :)




"Lazy afternoon"
Result of an afternoon of playing with Blender.
Models by me following techniques from Ian Hubert's Lazy Tutorials, except the two plants and pots, which I found on Blend Swap
Textures from Ikea catalog, except for the floor, which comes from an image search, and the two comics (by Leo Ortolani)




I'm using the solar oven for the first time this year, even if the temperature is still cold-ish (<15°C) and windy.

The oven has reached almost 70°C, even if the wind blew the cover and for a while the temperature fell down to 30°C or so. I hope that the jar is reaching even more.

I'm baking apples, so whatever happens they are likely to be good (and safe to eat).

And now I should leave the computer and start sewing the fabric + mylar cover I've been postponing sewing for… years, I suspect.
Photos or it didn't happen 🤣
Too late, the sun is going down, the #solarOven is back to 50°C and the apples have already been moved to the haybox so that they remain warm until dinner.

But you can get a high quality picture of the haybox, taken with a pinephone, where you can also see a bit of the oven



(And yes, “haybox” means “random box from an online store, with shredded paper packaging material from another online store", and later I topped it up and wrapped the box in a blanket)



#wip icon for a (not really) new #wip project: Collector, an app to organize collections of various kinds, built on top of lesana



(symbolic icon is still to do...)
symbolic icon done 👍


quick test:



on #mobian unstable.
"danger" is the middle name of a friend of my former neighbour.


TIL: shlex.split(None) hangs forever.

ok, it's not strictly true, it's trying to read from stdin, but since I didn't expect it to be splitting None, and it was deep in some async code…

https://bugs.python.org/issue27775

Thankfully it has been deprecated and it will go away:

https://docs.python.org/3/library/shlex.html
@Elena ``of Valhalla'' Wow, that's terrible behavior. Talk about violating the principle of least surprise.
and there is the additional surprise of python violating that principle, which is pretty unusual in itself.


hot take: the somewhat glitchy notifications¹ on the pinephone aren't a bug, they are a feature.

They work this way to preserve your mental health by protecting you from constant notifications and the pressure to be always available for interruptions :D

¹ they tend not to work while the phone is suspended.



Opencast Alpha n.50


Immagine/foto

La puntata numero 50, la puntata d'oro!

Non pensavate che ci saremmo arivati? Nemmeno noi, e invece eccoci qui!

Una puntata dedicata al giovane mondo di linux sugli smartphone: parleremo di pinephone, cosa funziona, cosa ancora non funziona, le nostre esperienze.

Scarica:Ogg/Vorbis-Mp3

I linksAbbiamo registrato con Mumble, ognuno a casa propria.

Immagine/foto
https://www.gl-como.it/v2015/opencast-alpha-n-50/



sono le sei meno venti, e a causa di un incrocio carpiato di confcall ho appena acceso il forno (elettrico) per la pizza della cena.

orario previsto per la cena: 18:30

#IRegretNothing #thisIsTheNorth

Samuele reshared this.

18:30 -> orario per la merenda! FORSE, al massimo, per l'aperitivo


Vorrei fare un ringraziamento all'inventore del Casera stagionato.
Grazie.


Uh, happy birthday #ReText!

I have to confess that I use it mostly to preview reST files that I've written with vim, but it's one of those nice bits of software that I like to have installed.

Also, I've installed it on my #pinePhone and it works! :D
I haven't heard ReText. I'll have to give it a try. It might be useful for some coworkers.

This website uses cookies to recognize revisiting and logged in users. You accept the usage of these cookies by continue browsing this website.